In questo elenco potete trovare notizie sugli autori degli articoli che vengono pubblicati sul sito della nostra Associazione. Alcuni di essi ci inviano i loro scritti per collaborare alla crescita dell’Associazione, di altri riportiamo pensieri pubblicati su altri media citandone la fonte. Altri ancora preferiscono rimanere celati dietro a pseudonimi eloquenti.

Franco Adessa
Ingegnere, collaboratore stretto di Don Luigi Villa, per 24 anni (1989-2012), direttore del mensile “Chiesa Viva”.

Sergio Basile
Direttore del giornale “Qui Europa” – Osservatorio Nazionale Indipendente sull’Europa e sulle Politiche dell’Ue – e Presidente dell’associazione nazionale auritiana “Sete di Giustizia”. Economista e scrittore cattolico, esperto di tematiche comunitarie e monetarie, appassionato di storia, economia e storia delle religioni.

Rita Bettaglio
Genovese, classe 1966. Dopo gli studi classici al liceo Colombo, compie studi scientifici e teologici. Giornalista pubblicista, è stata allieva del genovese Piero Vassallo e collaboratrice di don Gianni Baget Bozzo. Da sempre cattolica tradizionale, fa parte dell’Associazione Beato Ottaviano di Savona, che si occupa della celebrazione della S. Messa tridentina nella città della Torretta e ne cura il sito (https://beatottavianocom.wordpress.com/).


Don Divo BarsottiE’ stato un mistico, tra le maggiori figure spirituali del Novecento. Settimo di nove fratelli, nacque il 25 aprile 1914 a Palaia, paese rurale in provincia di Pisa. Nel 1925 entrò nel seminario di San Miniato, dove venne ordinato sacerdote il 18 luglio 1937. A questi anni giovanili risale una profonda riscoperta della fede avvenuta in seguito all’incontro con il cristianesimo russo, conosciuto attraverso l’opera letteraria di Dostoevskij.

Dopo l’ordinazione prestò servizio sia presso le parrocchie della diocesi come coadiutore dei parroci, sia in seminario come insegnante di lettere. Non riuscendo però a trovare una collocazione pienamente soddisfacente, e spinto anche da una vocazione interna che lo portava ad una dimensione missionaria-contemplativa, chiese al vescovo di poter andare in missione e, ottenuto il permesso, si preparò a partire per l’India, come sacerdote secolare, appoggiato agli Auxiliares des missions del Belgio. Lo scoppio della seconda guerra mondiale, però, fece naufragare questo progetto.

Negli anni della guerra don Divo rimase inoperoso in famiglia, nel suo paese d’origine, poiché neanche il vescovo riusciva a trovare per lui un impegno adeguato. Furono anni difficili, ma anche di formazione spirituale intensa. Don Divo si diede allo studio e alla preghiera.

Al termine della guerra, si trasferì a Firenze. L’arcivescovo cardinale Elia Dalla Costa lo accolse e, dopo un primo servizio presso un Istituto di suore a Badia a Ripoli, lo nominò cappellano di un Istituto religioso femminile presso la Rettoria della Calza, a porta Romana in Firenze, dove rimarrà per otto anni. Nel 1947 iniziò la direzione spirituale di un gruppetto di donne che porterà alla nascita della “Comunità dei figli di Dio”. Al convento della Calza si fece conoscere per la sua predicazione, e diede alle stampe il suo primo libro, Cristianesimo russo (1948), che introdusse in Italia per la prima volta figure come san Sergio di Radonež, san Serafino di Sarov e Silvano del Monte Athos.

Nel 1954, dopo una breve esperienza eremitica presso una delle casette rupestri di Monte Senario, si trasferì a Settignano, nella periferia di Firenze, in quella che diventerà la Casa-madre della Comunità dei figli di Dio: Casa San Sergio. Iniziò una vita comune di stampo monastico con alcuni giovani, in stretta comunione con il resto della Comunità che nel frattempo si va espandendo in altre città italiane: ViareggioVeneziaNapoliPalermoBiellaModena ed altre.

La Comunità fu approvata ad experimentum dal cardinale Dalla Costa, per venire poi ufficialmente riconosciuta e approvata dal cardinale Silvano Piovanelli nel 1984.

Ha insegnato Teologia Sacramentaria e Teologia Spirituale per oltre un trentennio presso la Facoltà teologica dell’Italia centrale di Firenze e ha scritto moltissimo: 155 i suoi libri, diversi dei quali tradotti all’estero, centinaia di articoli di spiritualità, di agiografia, di approfondimenti teologici su decine di riviste e quotidiani. È stato collaboratore dell’Osservatore Romano e dell’Avvenire. Conferenziere e predicatore, ha tenuto corsi di esercizi spirituali in molti conventi e monasteri italiani ed esteri (BrasileStati UnitiGiapponeHong KongAustralia) predicando a laici, suore, seminaristi, sacerdoti, vescovi, ad un ritmo intensissimo. Nel 1971 ha predicato gli esercizi spirituali annuali per la Curia Romana alla presenza di papa Paolo VI.

È morto nella sua Casa San Sergio a Settignano il 15 febbraio 2006, e lì è sepolto. 

Maurizio Blondet
Nasce a Milano il 22 febbraio del 1944. Giornalista dal 1970 per 37 anni, ora in pensione. La sua vita professionale è legata a testate come Gente ed altri periodici  di Rusconi editore, il Giornalel’Avvenire La Padania, sia come autore ma anche come inviato. Ha collaborato a Italia Settimanale, diretto da Marcello Veneziani (una testata ora defunta). E’ stato inviato speciale de Il Giornale (di Montanelli) , in seguito di Avvenire – dove è stato inviato a coprire le guerre balcaniche ed altri teatri di conflitto.

Fin dagli anni ’90 ha cominciato ad indagare sui poteri oligarchici, finanziari e sovrannazionali, che agendo dietro le quinte della democrazia guidano la storia e la politica presente, sia sul piano internazionale che interno. Altre indagini sulle trame dei poteri forti internazionali, allora intenti a sviluppare gli organi di un “governo mondiale” prossimo venturo (dal Fondo Monetario all’Organizzazione Mondiale del Commercio, alla stessa Unione Europea) le ha raccolte nei tre volumetti dal titolo “Complotti”.

L’11 settembre 2001, inviato da Avvenire a Manhattan a coprire il mega-attentato delle Twin Towers, non ha tardato a scoprire e denunciare gli indizi che smentivano la “versione ufficiale”. In Italia, è stato il primo ad uscire con un volumetto che smentiva tale versione: “11 Settembre, colpo di stato in Usa”. Dove appunto ha sostenuto, portando gli indizi raccolti a New York, che non si trattava di un attentato “islamico” (del resto Bin Laden era un agente americano contro i sovietici in Afghanistan), ma di un di colpo di stato di tipo nuovo, una presa del potere dellle istituzioni del governo americano: dove un nuovo centro di potere (i neoconservatori, estremisti filo-israeliani della lobby ebraica in Usa) avevano detronizzato l’oligarchia storica (il Council on Foreign Relations, Rockefeller, ecc.) per lanciare la super-potenza americana nelle guerre e destabilizzazioni dei paesi del Medio Oriente troppo potenti per Israele. A cominciare dall’Irak, paese modernizzato e media potenza regionale, per poi proseguire con la destabilizzazione-frammentazione di Libia, Siria, Libano, Iran… Il volume “Chi comanda in America” (Effedieffe) stila appunto la mappa di questo nuovo establishment, di cui lumeggia il carattere messianico, fanatico e irrazionalista. Un altro testo essenziale che illumina l’azione di questi poteri in Europa, fin dal ‘700, è “Cronache dell’Anticristo”.

Con l’11 Settembre il potere americano ha inaugurato un nuovo metodo di conquista mondiale: non più il Nuovo Ordine Mondiale, ottenuto con l’interdipendenza economica e sostanzialmente quasi pacifico e consensuale, ma un “Impero del Caos” scatenato. Mentre lo scopo finale del primo progetto globalista era espandere “la democrazia di mercato”, questo nuovo potere ha la destabilizzazione come fine ultimo e sufficiente.

Attualmente, Maurizio Blondet svolge prevalentemente l’attività di conferenziere. Dal 2015 ha dato vita al blog personale https://www.maurizioblondet.it.

Enrico Borgenni
Generale di Corpo d’Armata. Già comandante della mitica Scuola Militare alpina di Aosta. 

Don Emanuele Caccia
Sacerdote dal 2007, viceparroco nella diocesi di Albenga-Imperia. Insegnante di Religione per dieci anni, attualmente dedito all’apostolato ordinario e dottore in Storia dell’Arte alla Sapienza di Roma. 

Ernesto Capocci – Pseudonimo 

Caterina Maria – Pseudonimo

Padre Giovanni Cavalcoli
Nato a Ravenna il 9 agosto 1941. Si è laureato in Filosofia a Bologna, nel 1970, sotto la guida di Gianfranco Morra con una tesi dal titolo “La crisi dell’intellettuale nella società moderna”. Entrato nell’Ordine Domenicano nel 1971, è stato ordinato sacerdote nel 1976. Ha insegnato teologia dal 1979 al 1982 presso l’allora Studio Teologico Accademico Bolognese (STAB). Dal 1980 al 1982 ha insegnato Psicologia e Metafisica presso il Seminario di Ravenna.

Ha conseguito la licenza in filosofia nel 1981 e il dottorato in teologia presso la Facoltà Teologica Pontificia “S. Tommaso d’Aquino” di Roma, nel l984, sotto la guida di P. Alvaro Huerga, OP, con una tesi dal titolo “Il giudizio per affinità nel dono della sapienza”. Dal 1988 al 1989 ha tenuto corsi sulla Sapienza presso l’Istituto di Magistero “Maria Assunta” di Roma.

Ha ripreso l’insegnamento insieme con quello di Metafisica al ritorno da Roma nello STAB, elevato a Facoltà Teologica nel 2004. Dal 1992 è socio della Pontificia Accademia Teologica Romana. Dal 2011 è docente emerito di Teologia Dogmatica nella Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna e di Metafisica nello Studio Filosofico Domenicano di Bologna. 

Lazzaro Maria Celli – Pseudonimo

Claudio Circelli – Giornalista. Terziario dei Francescani dell’Immacolata.

Giovanni Crisostomo – Pseudonimo

Tommaso da Celano – Pseudonimo

Gianandrea de Antonellis – Ha insegnato presso l’Università Europea di Roma e l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Benevento. Si è occupato prevalentemente di letteratura cristiana e di storia del Regno di Napoli. Ha anche coltivato una certa produzione letteraria e drammaturgica. Tra i suoi saggi più recenti, alcuni studi su pensatori politici napoletani del Seicento (Lanario e Sammarco), la cura della collana di Studi carlisti dell’editore Solfanelli e la biografia del generale borbonico Vito Nunziante (Esi, Napoli 2016). Attualmente collabora con la cattedra di Filosofia Politica dell’Università degli Studi del Molise. 

Giovanni di Endor – Pseudonimo

Luigi di Montalto – Pseudonimo

Dionigi – Pseudonimo 

Silvano Dottori
Nato e cresciuto fra Torino e le montagne dell’Alta Val di Susa. E’ stato dirigente informatico e organizzativo di grandi aziende. Venuto a contatto con gli effetti del misterium iniquitatis, ha iniziato la conversione di fede operando scelte di vita che lo hanno portato ad allontanarsi dal carrierismo per approfondire la spiritualità cattolica. Membro della MIM dei Francescani dell’Immacolata, rimasto fedele al carisma originario dei Fondatori, si divide tra il mondo cattolico tradizionale e l’attività di agricoltore di una campagna di ulivi.

Lorenzo Franceschini
Sacerdote dei Servi di Maria.

Francesco Lamendola
E’ nato a Udine il 31 ottobre 1956. Laureato in Materie Letterarie e in Filosofia, è abilitato in Lettere, in Filosofia e Storia, Filosofia e Pedagogia, Storia dell’Arte, Psicologia Sociale. Insegna nell’Istituto Superiore “Marco Casagrande” di Pieve di Soligo e ha pubblicato una decina di volumi tra saggi storici, musicali, filosofici, di poesia e di narrativa, di cui ricordiamo “Galba, Otone, Vitellio. La crisi romana del 68-69 d.C.”, “Il genocidio dimenticato. La soluzione finale del problema herero nel sud-ovest africano”, “Metafisica del Terzo Mondo”, “L’unità dell’Essere”, “La bambina dei sogni e altri racconti”, “Voci di libertà dei popoli oppressi.” Fogli Sparsi (E-Book). Collabora con numerose riviste scientifiche (tra cui “Il Polo” dell’Istituto Geografico Polare e “L’Universo” dell’Ist. Geogr. Militare) e letterarie, su cui ha pubblicato diverse migliaia di articoli e ai siti internet “Arianna Editrice”, “Edicola Web” , Acta Apostaticae Sedis, ”Libera Opinione”, l’Istituto Studi delle Venezie ed è presidente dell’Accademia Adriatica di Filosofia “Nuova Italia” che edita l’omonima rivista in cui è presente aggiornato il suo archivio articoli. Ha tenuto e tiene conferenze per la Società “Dante Alighieri” di Treviso, per l’”Alliance Française”, per l’Associazione Italiana di Cultura Classica, per l’Associazione Eco-Filosofica, per l’Istituto per la Storia del Risorgimento, “Alfa e Omega”, “Il pensiero mazziniano” e per varie Amministrazioni Comunali, oltre alla presentazione di mostre di pittura e scultura.

Mons. Antonio Livi
Già Decano e docente di Filosofia alla Lateranense, è impressionante la sua produzione teologica e filosofica, con decine di volumi pubblicati. Nato a Prato il 25 agosto 1938. Ordinato sacerdote nel 1963. Direttore spirituale del Seminario romano per le vocazioni adulte dal 1967 al 1971; Cappellano di Sua Santità dal 1998. Direttore spirituale del Seminario arcivescovile di Benevento dal 2000 al 2005. Attualmente fa parte del Clero romano ed è vice rettore della chiesa di Sant’Andrea del Vignola. Incarichi culturali e attività accademiche: Caporedattore della rivista mensile Studi cattolici dal 1972 al 1982. Membro dell’«Arcipelago, International Society for the Unity of Sciences» a partire dalla sua istituzione nel 1990. Socio ordinario della Pontificia Accademica di San Tommaso dal 1992. Fondatore e presidente dell’Associazione internazionale “Sensus communis” (Roma) dal 1998. Fondatore e direttore (dal 1994) della “Grande Enciclopedia Epistemologica”, collana di monografie di argomento epistemologico, edita prima dalle Edizioni Romane di Cultura e poi dalla Casa editrice Leonardo da Vinci. Fondatore e direttore della rivista filosofica Sensus communis, Annuario di logica aletica (dal 1999). Docente di Logica e Filosofia della conoscenza nella Pontificia Università Lateranense (1993-1996); professore stabile ordinario della stessa materia dal 1996. Docente di Antropologia alla Libera Università “Campus Bio-medico” (Roma) nell’anno accademico 1993-1994. Visiting professornell’Università di Navarra (Spagna) e nella Pontificia Università della Santa Croce (Roma) dal 1996. Professore di Filosofia presso lo Studio Teologico di Benevento, affiliato al Pontificio Ateneo “Antonianum” (Roma), dal 2000 al 2005. Direttore editoriale della Casa editrice Leonardo da Vinci (Roma) dal 1999. Direttore della rivista internazionale di filosofia Aquinas dal 2002 al 2008. Decano della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Lateranense dal 2002 al 2008. Collaboratore dei quotidiani L’Osservatore romano e L’Eco di Bergamo e di vari periodici culturali. Collaboratore scientifico dei seminari filosofici organizzati dall’Ipe (Istituto per le attività educative) di Napoli. Direttore del Comitato scientifico per l’edizione delle opere complete del cardinale Giuseppe Siri, a cura di Fabrizio Serra Editore (Pisa-Roma), con il patrocinio della Fondazione Kepha. Fondatore e presidente (dal 2010) di “Fides et ratio” – Unione apostolica per la difesa scientifica della verità cattolica.

Cesaremaria Glori
Di antica famiglia romana, ha frequentato l’Accademia Militare di Modena. Ha svolto il suo servizio nell’Esercito Italiano sino al grado di Tenente Colonnello, prevalentemente fra le truppe alpine. Congedatosi ancor giovane, per 25 anni si è dedicato all’attività professionale in campo economico-giuridico. Vive a Belluno. Dal 1971 ha studiato la Santa Sindone, sulle cui tracce ha scritto il libro La Passione di N.S. Gesù Cristo. Pubblicista fecondo, ha approfondito lo studio sulla rivoluzione italiana culminata nella proclamazione del Regno d’Italia del marzo 1861 pubblicando il libro Naufragio doloso del Piroscafo Ercole e la Tragica morte di Ippolito Nievo, ritenuto la prima vittima della ragion di Stato dell’Italia unita. E’ laureato in Scienze politiche e in Scienze strategiche. 

Francesco Maccabei – Pseudonimo

Marco Marocchini
Militante cattolico. Esperto di comunicazione.

Gianluca Martone
Giornalista e militante cattolico. Da molti anni combatte la piaga dell’aborto, manifestando davanti alle sedi degli Ospedali, soprattutto del Sud.

Don Curzio Nitoglia
Sacerdote. Autore di molti volumi. Tra i maggiori filosofi e teologi contemporanei. Da molti anni dirige la rivista cattolica Sì sì no no. 

S.E. Mons. Mario Oliveri
Vescovo Emerito di Albenga-Imperia. Un uomo di Dio, che per 25 anni, dal 1990 al 2015, ha guidato, illuminato dallo Spirito Santo, quella Diocesi. 

Lorenzo Maria Pacini
Giovane cattolico innamorato di Maria Immacolata. Ha studiato Filosofia presso la Pontifica Università della Santa Croce ed è tutt’ora studente del medesimo corso presso l’Università degli Studi di Ferrara e in perfezionamento in Bioetica presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. È Capo Redattore del giornale web “Il Pensiero Forte” e Amministratore delegato della omonima azienda. 

Philosophiae studiosus – Pseudonimo

Mario Palmaro
Nato nel 1968 a Cesare Maderno, è morto giovanissimo, nel 2014, a Monza, per un male incurabile. E’ stato uno dei più grandi Maestri dell’apologetica cattolica e uno dei più preparati bioeticisti italiani. Laureato in Giurisprudenza nel 1995 presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi sull’aborto procurato, si è perfezionato in bioetica all’Istituto San Raffaele di Milano nel 1996 e ha collaborato con il Centro di Bioetica della Università Cattolica di Milano. È stato docente di Filosofia teoreticaetica e bioetica presso la facoltà di bioetica del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum di Roma e di Filosofia del Diritto presso l’Università Europea di Roma.

Ha scritto numerose pubblicazioni su temi di bioetica e, insieme a Alessandro Gnocchi, di apologetica cattolica e costume. È stato redattore del mensile cattolico Il Timone e ha collaborato con i quotidiani Il Foglio, Il Giornale, e il mensile Studi cattolici. È stato segretario generale della Fondazione Emit Feltrinelli di Milano, presidente nazionale del Comitato Verità e Vita, membro dell’Associazione Giuristi per la Vita e dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani per la sezione di Monza e Brianza.

Carlo Amedeo Pasotto
Nato a Verona il 13 maggio, il giorno della Madonna di Fatima. E’ vissuto a Milano dal 1949 fino al 1982. Ha studiato in tre Università: a Friburgo (CH), Filosofia e Introduzione alla Teologia, all’Università Cattolica di Milano, Lettere e all’Università di Urbino, Scienze Religiose.

E’ sposato con Anna Bernard Gillian ed è padre di sei figli. Vive ad Urbino dal 1982. Nel 1985, a Urbania (PU) ha avviato il “Centro Studi Italiani”, scuola di lingua e cultura italiana per stranieri, che tuttora dirige, e oggi conta altre due sedi: a Milano e Genova. carlo@centrostuditaliani.org

Valerio Quadrini – Marito, padre e nonno cattolico. Laureato in giurisprudenza presso l’Università di Ferrara, ha conseguito il master in Bioetica presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum di Roma.

Danilo Quinto
Sposato, un figlio, scrittore cattolico e blogger (http://daniloquinto.tumblr.com/), ha raccontato la storia della sua conversione al Cristianesimo, nel suo primo libro: Da servo di Pannella a figlio libero di Dio. Dalla più formidabile macchina mangiasoldi della partitocrazia italiana per arrivare a Cristo, prefazione di Mons. Luigi Negri, Edizioni Fede & Cultura, 2012. Seguono altri 8 libri: Emma Bonino: dagli aborti al Quirinale? Come si diventa un’icona laica della modernità e del potere, prefazione di Gianfranco Amato, Edizioni Fede & Cultura, 2013; L’Europa tra Sodoma e Gomorra – Viaggio nel continente senza Dio, prefazione di Mario Palmaro, Edizioni Arkadia, 2014; Ancilla hominis. La Chiesa è il corpo mistico dell’uomo?, Edizioni Radio Spada, 2015; Verità e menzogne, prefazione di don Mauro Tranquillo, postfazione di Paolo Savarese, Solfanelli, 2016; Disorientamento pastorale – La fallacia umanistica al posto della verità rivelata?, Introduzione Teologica di mons. Antonio Livi, Casa Editrice Leonardo da Vinci, 2017; Pensiero unico e false ideologie, prefazione di Tommaso Monfeli, Solfanelli, 2018; Eurislam. L’invasione dell’Europa e la caduta dei valori occidentali, prefazione di Gabriele Gatti, Edizioni Arkadia, 2018; Dio o mammona – Non si possono servire due padroni, prefazione di Gabriele Gatti, Edizioni Ricomunicare, 2019.

Ha collaborato con Agenzia Fides, Agenzia Sir, Chiesa e Post Concilio, Corrispondenza Romana, Il Timone, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Nuova Bussola Quotidiana, Liberal, L’Osservatore Romano, Notizie Pro Vita, Radici Cristiane, Radio Spada.org. 

Domenico Rea – Pseudonimo

Sergio Russo
Ha conseguito il Baccalaureato in Filosofia presso la Pontificia Università “Angelicum” in Roma e il Diploma in Scienze Religiose all’I.S.S.R. di Volterra. Dopo aver scritto nel 2013 il suo primo libro “Il fumo di satana – Riflessioni su un gesto fondante del Cristianesimo”, con prefazione di Nicola Bux e una nota pastorale del Vescovo Mario Oliveri, presso le edizioni Città Ideale di Prato, di argomento prettamente liturgico, con il libro “Sei tu quello, o dobbiamo aspettarne un altro?”, si è cimentato su un tema – l’Escatologia (letteralmente “scienza delle cose ultime o finali”) – a cui ha dedicato svariati anni di studio e di ricerca. Attualmente vive e lavora a Guardistallo, in Toscana.

Carlo Maria Servodio – Pseudonimo

Sicut oliva fructifera – Pseudonimo

Simone di Cirene – Pseudonimo

Umberto Sirio – Pseudonimo

Lydia Tamburrino
Sposata. Un figlio. Soprano. Ha una formazione umanistica. Dopo aver studiato canto con il tenore Vincenzo Sanso, perfeziona gli studi con Franco Corelli, con le Maestre Emma Raggi Valentini, Rina Malatrasi e Luisa Malagrida e, in seguito, con Placido Domingo e Montserrat Caballé. Come Maestro accompagnatore si avvale, in un primo momento, di Luciano Bettarini, poi di Walter Castaldi Tassoni Esordisce in Teatro, al “Giglio” di Lucca, nella Bohème di Giacomo Puccini, con la regia di Lino Capolicchio. Si è esibita, in concerti e opere liriche, oltre che in Italia, in Austria, Cina, Giappone, Giordania, Spagna, Stati Uniti.

Antonio Tavilla
E’ nato a Messina. Sposato da 28 anni e padre di 8 figli (3 sono già in cielo). Nel 2015 ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze Religiose nell’Istituto di Scienze Religiose di Albenga–Imperia con la tesi Il popolo di Dio e la medianità. Ha pubblicato due libri: Il matrimonio cristiano…per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre.

Paola Travaglini
Vive a Roma. Per lunghi anni stretta collaboratrice di Padre Enrico Zoffoli.

Don Luigi Villa
Nacque a Lecco, il 3 febbraio 1918. Entrò nel seminario dei Comboniani e, dopo gli studi, fu ordinato sacerdote il 28 giugno 1942. Nel 1953,  abbandonata la Congregazione dei Comboniani, chiese e ottenne di essere incardinato nel clero della Diocesi di Ferrara, dove fondò il Movimento missionario internazionale. Nel 1956, incrociò i passi di padre Pio da Pietrelcina rimanendone affascinato e diventando, disse, «il suo braccio contro l’opera della massoneria ecclesiastica». Il 6 maggio 1957 lasciò la diocesi di Ferrara e ottenne di essere incardinato nel clero della diocesi di Chieti. Si laureò quindi in teologia all’Università Lateranense di Roma e dopo il Concilio  Villa si trasferì a Brescia, dove nel 1971 fondò la rivista  “Chiesa viva”, che si affermò con una delle più severe voci di critica al progressismo contemporaneo. Morì a Brescia, il 18 novembre 2012, presso le  suore operaie di Maria Immacolata, l’istituto religioso-missionario che lo ospitava e che ha contribuito a diffonderne l’opera.

Franco Visintainer
Sposato con Alessandra, padre di 3 figli. Vive a Trento. Medico chirurgo, specialista in Chirurgia Generale e Laparoscopica e in Chirurgia Pediatrica, per oltre 35 anni medico ospedaliero. Primo capitano medico del Corpo degli Alpini in congedo. Membro del Mevd (Movimento europeo difesa della Vita e della Dignità umana) e del Cft (Coordinamento Famiglie Trentine). alessandraefranco@vodafone.it

Padre Enrico Zoffoli
Nato a Marino il 3 settembre 1915 e morto a Roma, il 16 giugno 1996, è stato un presbitero e uno dei più grandi teologi del Novecento, membro della Congregazione della Passione di Gesù Cristo.